giovedì 12 novembre 2009

English theater



In questi giorni tra lavoro e raffreddore non ho cervello per scrivere. Ma capita comunque che mi imbatta in qualcosa di bello e che abbia voglia di segnalarlo.

Se capite bene l'inglese e passate da Roma entro domenica 15, all'arciliuto c'è uno spettacolo che mi è piaciuto enormemente:

THE ENGLISH THEATRE OF ROME

FORD ENTERTAINMENT presents
GOOD GRIEF
written by Terrianne Falcone
Directed by Parysa Pourmoneshi
Live Original Music by Angelo Nitti

E' un one-woman show, con 9 storie raccontate magistralmente da Terrianne Falcone, in un'atmosfera quasi magica creata da pochi oggetti e immagini. Brandelli di vita, di umorismo e tragedia che in poche parole e pochi gesti arrivano direttamente all'anima di chi guarda. Uno spettacolo messo su con quasi nulla, che non ha pretese di avanguardia o sperimentazione, ma solo di essere del buon teatro.

7 commenti:

gillipixel ha detto...

Suona proprio bello, Farly
:-)...mi piacerebbe andarci, se fossi da quelle parti...l'inglese non lo capisco tanto, ma ci scommetto che, da buon Nando Mericoni post-moderno, mi basterebbe afferrare solo un po' di senso e poi per il resto gustarmi le sonorità :-)
A proposito: glings dice blogspot...una fusione di glimmer e di rings? Un barlume squillante? GLINGS!!! :-)

Yossarian ha detto...

"Uno spettacolo messo su con quasi nulla, che non ha pretese di avanguardia o sperimentazione, ma solo di essere del buon teatro."


Se fossi da quelle parti mi fiderei ciecamente della tua recensione.

Io e Rachel sono due anni che ci riproponiamo di andare una sera al Globe o all'Old Vic ma siamo pigrissimi.

Buon giovedi' Farly

farlocca farlocchissima ha detto...

@gilly: sì penso ti piacerebbe anche solo la gestualità e l'atmosfera :-) mi piace il barlume squillante lo adotto!

@Yoss: non capita spesso di trovare del buon tatro, nei buchi sottoterra come l'arciliuto poi, è rarissimo, per amore di amici e parenti mi sono sorbita certi strappamenti de' budella e trituramenti di palle da non credere... e poi c'è quella volta che lo spettacolo è un'epifania :-)

Yossarian ha detto...

Ora faccio il pignolo odiosetto e tu mi mandi affangala:

Theater e' americano, l'inglese corretto e' theatre.

Scherzo Farly, e' corretto se usi l'inglese americano ovviamente. E' che il mio capo mi corregge sempre tutti gli americanismi tipo commercialize che sarebbe commercialise, o specialise al posto di specialize (tutti gli "ise" in sostanza)...

Ciao

farlocca farlocchissima ha detto...

@Yoss: come si dice da queste parti: m'anfatti so americani!!! per carità che pure a me mi fan du' palle con l'ortografia americana o inglese, però la mia filosofia è di impostare il correttore ortografico su english uk o us a seconda di chi riceverà lo scritto (bloody bastards!!) e poi me ne infischio...

Palmiro Pangloss ha detto...

Personalmente imposto sempre su UK English - che tutte le volte mi pare un ossimoro - ma si sa che sono un conservatore snob :-)

farlocca farlocchissima ha detto...

@Palmiro: see vaglielo a dire agli americani... mica sempre gli va bene analyse, vogliono analyze etc. etc. etc. :-)