venerdì 12 giugno 2009

Sospensione

E' da un po' di tempo che mi sento sospesa. Da qualche anno tutto ciò che ritenevo essere un punto di riferimento non lo è più, o a perso di senso, o è semplicemente sparito dalla mia vita. Il senso di essere sospesa ha poi raggiunto il suo culmine proprio in questo periodo. Chissà magari aumenterà ancora, ma più di così mi sembra improbabile. Mi sento ormai come un pezzetto di nuvola in cielo, o una goccia d'acqua appena dissoltasi nell'oceano. Questo stato non è negativo, è difficile sì, ma contiene in sé un senso di progresso e movimento che non ho mai sperimentato prima in vita mia. Non c'è esaltazione, non c'è disperazione, sentimenti più morbidi accompagnano la nuvola che vaga. Non ho idea di quale possa essere il punto d'arrivo, non so se ce ne sia uno. Sto semplicemente cercando di vivere.
Oggi sono perplesso,
come chi ha pensato
e creduto
e dimenticato.
(Fernando Pessoa)

6 commenti:

gillipixel ha detto...

secondo me, cara Farly, tutto ciò che descrivi è solo sintomo di accresciuta saggezza nell'arte del saper vivere :-)
in ogni caso, hai descritto benissimo il senso di inafferrabilità di questo sentire...bello, sì, sì... :-)

farlocca farlocchissima ha detto...

sì penso tu abbia ragione, ma direi che è più il viaggio verso una nuova saggezza non ancora raggiunta :-) be' poi ogni tempo ha la sua saggezza quindi forse non la si raggiunge mai...

gillipixel ha detto...

infatti, infatti...non mi riferivo ad una fase di pretesa stasi raggiunta e definita una volta per tutte...questo non è possibile, le regole del gioco non solo non lo prevedono, ma nemmeno lo cosentono...siamo tutti sempre in cammino, compresi certi tizi fra i più pigri pantofolai casalinghi inveterati di mia conoscenza :-)

Anonimo ha detto...

"il viaggio è già la meta" recita il saggio.
l'elaborazione della foto mi è molto piaciuta.
la poesia, perfetta.
baci del mercoledì
a.

farlocca farlocchissima ha detto...

sì il viaggio è già la meta e qui abbiamo sempre la valigia in mano (oltre all'ombrello sia chiaro) baci del mercoledì a te

Antonella ha detto...

Ma che bella sensazione essere sospesa, essere sopra, oltre se' stessa senza un punto di riferimento . tutto è potenzialità e possibilità. Se non ti definisci in un ruolo puoi essere tutto ciò che vuoi.